Fiori

Concorso Letterario Nazionale «diversamente UGUALI» • 2ª edizione

CATEGORIA ADULTI • SEZIONE POESIA

di Ramona Arhire

Nel corso della vita, non solo rose e fiori
andare avanti e proseguire lungo i tanti sentieri
tortuosi, difficili, pericolosi, intricati di piante carnivore e velenose.
Se nel cammino nostro abbiamo faticato,
e non ci è piaciuto ciò che abbiamo visto,
scegliamo di piantare i nostri propri semi,
sul nostro sentiero e su quello degli altri,
facendo sì che tutti, vedendo i bei fiori,
diventino sereni, dando loro amore,
scordando la fatica che si è fatta prima,
curando le ferite e i morsi delle altre.
Troviamo poi i prati, ci fermeremo li
mettendo su casa, pensando di creare
il nostro spazio verde, il nostro giardino.
Farai il giardiniere, seminerai i fiori,
lavorando ogni giorno, con cura e amore.
Ne cresceranno altri, così solo per caso,
e sceglierai da solo se curarli o tagliarli,
lasciando spazio per quelli che pensi speciali.
Girando nei dintorni, su altri sentieri,
incontrerai dei fiori davvero speciali,
vorrai portarli a casa, magari proverai,
non dare per scontato che ci riuscirai,
avere nel giardino un fiore che vivrà,
perché ci sono posti che lui non amerà.
E se tu ami il fiore, non lo farai morire
lo sposterai di nuovo, nel posto migliore,
sentendo da lontano il suo buon profumo.
Guardare il suo splendore, i suoi bei colori,
ti renderà felice, contento e sereno.
Ne trovi un altro, splendente e profumato
e solo a guardarlo, ti senti sopraffatto
di meraviglia.
Ti avvicini per accarezzarlo,
ti tremano le mani, potresti fargli male.
E senti il suo profumo, cominci a sognare,
vorresti tanto averlo, ma non ne hai il coraggio.
Ci penserai un po’, comincia a mancarti,
ritorni a trovarlo, lo guardi e non ti stanchi
e ci ritorni sempre, perché ti fa felice:
è lui il fiore raro che tu stavi cercando.
Gli dai una carezza, ti torna il coraggio
di regalare ancora amore ad altri fiori.
Ti senti insicuro, non sai se sei adatto
oppure se gli basta quello che tu gli puoi offrire.
Tutti noi siamo i fiori degli altri,
vivi nei giardini di chi ci vuol curare.
Alcuni sono bravi, altri un po’ banali.
È solo nostra la scelta di appassire o meno
nell’angolo più buio di un qualsiasi giardino.
A chi si prende cura, con tanto tanto amore,
facciamogli vedere i nostri bei colori.
Noi esseri umani siamo tutti fiori,
fragili o forti
e anche tutti giardinieri.
Nell’animo umano esiste un grande seme:
è quello dell’amore, di volerci bene.
Diversi siamo tutti, per quello il mondo è bello.
Diversità e cuore è quello che ci serve,
diversità nel libero pensiero.
L’amore non si compra, l’amore non si vende
è solo un’emozione che senti il tuo cuore,
e senza quella tu non sarai giardiniere
né tanto meno ancora sarai il suo fiore.
Il mondo è solo uno, i fiori son miliardi
curarli è un dovere di tutti i giardinieri.

Non sono stati trovati articoli correlati.